Vinotte mon Amour!

Aggiornamento: 8 dic 2020

Ciao Amici, come promesso oggi vi presento le "Vinotte" e vi parlo del perché le ho scelte come strumento di assaggio dei vini oggetto delle nostre degustazioni online. Intanto partiamo dal nome francese poiché le produce un'azienda di Lione: Vinotte in francese è singolare, al plurale Vinottes, ma a me faceva comodo "ribattezzarle" in italiano Vinotte dove la "e" finale prende vita (in francese è muta appunto) e ci regala un nome italiano già al plurale senza troppi sforzi di traduzioni.

Queste bottiglie mignon sono usate in ambito professionale e di formazione nel settore vitivinicolo, ad esempio nella Wset school di Londra per i corsi internazionali ed in vari workshop e fiere B2B del settore. E' proprio in una di queste occasioni che le ho incontrate per la prima volta durante un workshop di Chianti Classico con gli Stati Uniti... e me ne sono letteralmente innamorata! ❤ Le ho scelte per le nostre degustazioni principalmente per 3 ragioni:

* La prima è il desiderio di estendere il loro utilizzo dal solo mondo professionale ed esperto anche al pubblico semplicemente appassionato di vino, e sono fiduciosa che ne potrà apprezzare l'utilità. Perché poi diciamoci la verità, l'essere esperti di vini non significa forzatamente essere dei Sommelier! aiuta senza ombra di dubbio e vi consiglio caldamente di fare il corso di Sommelier qualsiasi mestiere abbiate, perché vi apre un mondo ed arricchisce in modo prezioso il nostro bagaglio culturale. Ma a mio avviso, l'essere Sommelier non è comunque sufficiente per avere l'esperienza necessaria per dirsi esperti di vino, quest'ultima si fa e si costruisce assaggiando tanti e soprattutto tutti i vini: Perché di un vino non si può più dire che non è buono, al massimo possiamo giusto affermare che non ci piace, e soprattutto, non è che se un vino costa uno sproposito ciò è sinonimo di eccellenza...Spesso è solo un ottimo risultato di una massiccia e ben fatta campagna di Marketing. Quindi Amici, assaggiamoli questi vini! 🍷🍷🍷 Tutti i vini, perché è solo così che diventeremo esperti ... tutto il resto è teoria.

* La seconda ragione è una motivazione pratica ed economica. Per degustare un vino e scoprirlo non ce bisogno di "tracannarsi" un'intera bottiglia 750 ml, a mio avviso almeno. Certo, tutto si può fare... ma dubito fortemente sulla successiva capacità e livello di attenzione!!! A livello professionale, la quantità di vino all'interno di una "Vinotta" è sufficiente per un esperto per scoprire i segreti di un vino (tenendo conto che nei concorsi e nelle fiere ne assaggiano una marea). Consapevole che non siamo tutti esperti assaggiatori seriali, ho scelto di prevedere 2 "Vinotte" per ogni vino da degustare, che equivale alla quantità di un calice, quindi in totale 3 calici dei tre vini che avremo in assaggio durante i nostri incontri. Non è di meno il fattore economico, dopo una mia attenta ricerca di mercato sui prezzi, credo che acquistare una degustazione di 3 bottiglie di vino 750 ml abbia dei prezzi non proprio alla portata di tutti, salvo proposte di degustazioni di un solo vino che secondo me non portano davvero alla conoscenza di un produttore e delle varie sfumature del suo prodotto. Ogni vino rappresenta un tratto della sua identità che lui stesso durante le nostre dirette vi racconterà, così potremo affermare di conoscere quel prodotto e chi lo produce.

* La terza ragione ha molto a che fare con la piccola fanciulla che vive in me! trovo le "Vinotte" troppo simpatiche, sono esattamente le miniature delle bottiglie grandi con le stesse etichette, loghi ed informazioni sul vino, soprattutto questo ultimo viene imbottigliato nelle "Vinotte" mignon sotto azoto garantendone la qualità e mantenendo intatte le caratteristiche olfattive e gusto olfattive. Anche per questo viene voglia di collezionarle! Se anche voi avete mantenuto in vita il fanciullo che c'è in voi dandogli ogni tanto spago, ho pensato come premiare la vostra allegria con il concorso Vinàvis, potrete vincere la bottiglia "Mamma" della Vinotta che vorrete fotografare, oppure mandarmi un video con la vostra prescelta Vinotta. Siate artistici, creativi, ironici o semplicemente usate questo mezzo per descrivere le emozioni che vi ha trasmesso quel vino e la vinotta da voi scelta. Troverete il regolamento qui



Ecco Amici, finalmente ho finito di esporvi il progetto, spiegarvi il concept che vorrei trasmettervi e parlarvi degli strumenti che avremo a disposizione. Fine quindi con le mie lunghe chiacchierate (mi è venuta a noia pure a me di vedermi online!)... E' ora di far parlare il Vino, e vi prometto che ne sentirete delle belle!


A presto e ... Stay safe & Taste wine!


P.s: mi perdonerete i rumori di sottofondo nel video ma è impossibile tenere immobile una nipotina di 3 anni che "scartabella" gli utensili in cucina 🤩😅




216 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti